Il rapporto tra Modena e il maiale è noto in tutto il mondo, e la statua della piazza di Castelnuovo Rangone lo sta a testimoniare. Il maiale è intelligente, è quello più vicino all’uomo dal punto di vista genetico, ma alla fine si sublima solo da morto, come se la nostra passione per il maiale sconfinasse nell’amore cannibale.

E infatti dei 7,93 milioni di maiali macellati nel 2015 tra il centro e il nord Italia, il 30% venivano dall’Emilia-Romagna. Insomma quasi 2 milioni e mezzo, come spiega l’interessante articolo del giornale online “Note Modenesi” dedicato al profondo e controverso rapporto tra suino e l’umano, specie qui nel territorio modenese.

L’articolo, a firma di Martino Pinna, è integrato da affascinanti immagini artistiche di vecchi poster pubblicitari di ditte di salumi emiliane.

stampa questo articolo